Tornano gli incentivi per il “Rinnovabile”

Quamsi – Tornano gli incentivi per il “Rinnovabile”2019

L’incentivo al fotovoltaico

Grazie agli incentivi, in Italia, la diffusione degli impianti fotovoltaici è stata rapida; tuttavia essa si è molto rallentata nel 2012, con la pubblicazione dell’ultimo bando. Ora, dopo 8 anni di “fermo – incentivi”, visto il calo del numero di “nuovi impianti” ed il “calo della potenza” installata, è stato emanato il programma con nuove misure incentivanti per aumentare le installazioni.

Nuovo Decreto, nuovi incentivi

Il Decreto 04.07.2019, cosiddetto FER, “L’incentivazione dell’energia elettrica prodotta dagli impianti eolici on shore, solari fotovoltaici, idroelettrici e a gas residuati dei processi di depurazione”, è entrato in vigore il 10.08.2019 e definisce i criteri, nonché le modalità, per accedere ai nuovi incentivi proposti nel periodo 2019-2021.

Accesso agli incentivi

Impianti incentivati e le modalità

Le modalità di accesso agli incentivi sono 2, ovvero tramite l’iscrizione ai Registri oppure tramite la Partecipazione a Procedure d’Asta, e variano a seconda della potenza dell’impianto e del gruppo di appartenenza. Rientrano nella modalità iscrizione ai Registri, gli impianti di potenza superiore a 1 kW (20 kW per i fotovoltaici) e inferiore a 1 MW che appartengono ai Gruppi A, A-2, B e C (vedasi tabella che segue) che, appunto, devono essere iscritti ai Registri, attraverso i quali viene assegnato il contingente di potenza disponibile sulla base di specifici criteri di priorità; rientrano, invece, nella modalità Partecipazione a Procedure d’Asta, gli impianti di potenza superiore o uguale a 1 MW che appartengono ai Gruppi A, B e C e che devono partecipare alle Aste, attraverso le quali viene assegnato il contingente di potenza disponibile, in funzione del maggior ribasso offerto sul livello incentivate e, a pari ribasso, applicando ulteriori criteri di priorità. Il Decreto FER prevede inoltre 5 (cinque) categorie di intervento ammissibili in funzione della fonte utilizzata, ovvero:

  • Nuovo impianto (o nuova costruzione), ovvero realizzato in un sito sul quale, prima dell’avvio dei lavori, non era presente da minimo 5 anni un altro impianto di produzione di energia elettrica alimentato dalla stessa fonte rinnovabile o le principali parti di esso
  • Integrale ricostruzione, ovvero la realizzazione di un impianto alimentato da fonti rinnovabili in un sito sul quale, prima dell’avvio dei lavori, preesisteva un altro impianto di produzione di energia elettrica, del quale possono essere riutilizzate solo le infrastrutture elettriche, le opere infrastrutturali interrate e gli edifici connessi al funzionamento del preesistente impianto;
  • Riattivazione ovvero la messa in servizio di un impianto dismesso da oltre 10 anni come attestato dalla denuncia di chiusura di officina elettrica, dalla dichiarazione di produzione nulla per almeno 10 anni consecutivi, precedenti l’intervento;
  • Potenziamento ovvero la realizzazione di opere sul un impianto alimentato da fonti rinnovabili allo scopo di ottenere un aumento di potenza e/o di producibilità;
  • Rifacimento, ovvero l’intervento finalizzato al mantenimento della piena efficienza produttiva dell’impianto e può includere sostituzioni, ricostruzioni e lavori di miglioramento di varia entità o natura sui macchinari e sulle opere costituenti l’impianto.

Le tempistiche

Di seguito le date dei 7 bandi utili per accedere ai nuovi incentivi proposti nel periodo 2019-2021.

Extra incentivi

Premio amianto

Gli impianti fotovoltaici con potenza < 1MW, che sono stati installati sulle coperture di edifici/fabbricati rurali in sostituzione delle coperture d’amianto, hanno diritto (cumulabile) di un premio erogato sul tutta l’energia prodotta.

Premio autoconsumo

Gli impianti fotovoltaici con potenza fino 100 kW su edifici hanno diritto (cumulabile al Premio Amianto) di un premio applicato alla quota di produzione netta energetica consumata in sito.

La Qu.Am.Si. sas è a disposizione per fornire ulteriori informazioni, nonché accompagnare coloro che volessero intraprendere il percorso ai nuovi incentivi.

Fonte immagini: Burst Shopify, Canva, GettyImages, Pexels, Pixabay, PNG Tree, Unsplash

Condividi l'articolo

L'Autore

Commenti

Nessun commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login