La Giunta Regionale del Veneto ha approvato, con Delibera n. 853 del 13 giugno 2017 e pubblicata sul BUR n. 66 del 14 luglio 2017, il Piano Regionale dei controlli ai sensi del Regolamento REACH 1907/2006 sulla registrazione, valutazione, autorizzazione e restrizione delle sostanze chimiche.Regione-VenetoCon il presente provvedimento si recepisce il “Piano Nazionale delle attività di controllo sui prodotti chimici – Anno 2017″ di cui alla nota Ministero della Salute n. 10162-P del 30.03.2017, si individua l’assetto organizzativo delle Aziende ULSS per l’effettuazione dei controlli e si approva il “Piano Regionale Controlli REACH Anno 2017”, affinché le stesse Aziende ULSS del Veneto possano svolgere nel 2017 l’attività di controllo di cui all’art. 125 del Reg. (CE) 18.12.2006 n. 1907 sul territorio regionale.

Il Ministero della Salute ha inviato alle Regioni e PP.AA. il “Piano Nazionale delle attività di controllo sui prodotti chimici – Anno 2017”, adottato dall’Autorità Competente Nazionale REACH in seguito alla proposta del Comitato Tecnico di coordinamento di cui all’art. 7 del DM 22 novembre 2007, sulla base delle indicazioni fornite dal Forum per lo scambio di informazioni sull’enforcement dell’ECHA e sentito il Gruppo di esperti delle stesse Regioni e PP.AA.

Si evidenzia che il Piano Nazionale 2017, documento di programmazione ed indirizzo, indica che le Regioni e le Province Autonome garantiscano nell’ambito territoriale di competenza, entro determinate scadenze, l’attività di controllo REACH secondo metodi, obiettivi e consistenza numerica minima prefissati.

Il “Piano Nazionale 2017” prevede che nei singoli contesti regionali siano svolte attività di controllo presso le imprese di produzione, utilizzo e commercializzazione delle sostanze chimiche, individuando le tipologie dei controlli da effettuare e prevedendo la possibilità di effettuare attività di indagine richieste dall’Autorità Competente Nazionale REACH. Sono altresì in esso evidenziati gli indirizzi metodologici per la conduzione delle attività di controllo, i tempi per l’effettuazione dei controlli, nonché le scadenze per la presentazione al Ministero della Salute (Autorità competente nazionale REACH) degli esiti dell’attività di vigilanza REACH 2017 svolta a livello regionale.

In particolare sono previsti i seguenti adempimenti:

  • Attività di controllo eseguita mediante metodologie Progetti REACH en-force e Progetti pilota adottati dal Forum ECHA;
  • Attività di controllo analitico;
  • Attività di indagine eventualmente richieste dall’Autorità Competente nazionale REACH, anche su segnalazione ECHA o da altre Autorità competenti REACH di altre Regioni o PP.AA., “nei limiti delle risorse umane strumentali disponibili e compatibilmente con le attività di controllo già programmate”.

 

 

Tutti i nostri articoli pubblicati in questa pagina possono essere cercati tramite la barra di ricerca qui sotto: