È stato approvato con la pubblicazione in GU n. 39 del 16.02.2021 il Modello Unico di Dichiarazione ambientale (MUD) per l’anno 2021 che dovrà essere utilizzato per la dichiarazione relativa ai rifiuti gestiti nel 2020.

In base all’art. 6 della Legge del 25.01.1994 n. 70, devono decorrere 120 giorni dalla pubblicazione in G.U. del Decreto, pertanto il termine della presentazione del MUD quest’anno scadrà il 16 Giugno 2021.

Le principali novità del MUD

Le principali modifiche MUD (Modello Unico di Dichiarazione Ambientale) riguardano:

  • gli impianti che svolgono attività di recupero dovranno comunicare, nella scheda SA-AUT, se l’autorizzazione è riferita ad attività di recupero per le quali è stata prevista applicazione del c.3 art. 184ter (EoW);
  • la comunicazione rifiuti e veicoli fuori uso alla quale sono state apportate modifiche alle informazioni relative ai materiali derivanti dall’attività di recupero, con l’aggiunta di alcune tipologie e la modifica di altre;
  • la scheda CG – costi di gestione della comunicazione rifiuti urbani che è stata completamente rivista;
  • le categorie della comunicazione RAEE, sono state modificate per adeguarle all’entrata in vigore dell’open scope e della classificazione prevista dall’allegato III al D.Lgs. 49/2014; è stata aggiunta la voce relativa alla quantità di RAEE preparati per il riutilizzo, mentre è stata eliminata l’informazione sui RAEE utilizzati come apparecchiatura intera.

Ricordiamo

Ricordiamo che il MUD (Modello Unico di Dichiarazione Ambientale) è una comunicazione annuale per dichiarare i rifiuti speciali prodotti, avviati al recupero e/o allo smaltimento, i rifiuti raccolti e gestiti dai Comuni, i rifiuti trattati dai trasportatori o dagli intermediari nell’anno precedente la dichiarazione.

Il MUD va presentato telematicamente alla Camera di Commercio competente per territorio, ovvero a quella della Provincia in cui ha sede l’unità locale cui si riferisce la dichiarazione, ad eccezione dei soggetti che svolgono attività di solo trasporto e gli intermediari senza detenzione che devono invece presentare il MUD alla Camera di Commercio della Provincia in cui hanno la sede legale. Si ricorda che il MUD deve essere presentato per ogni unità locale.

Sanzioni

Sono previste sanzioni sia per la mancata presentazione sia per il ritardo nella presentazione del Modello Unico di Dichiarazione Ambientale (MUD).

Fonte: EcoCamere, Gazzetta Ufficiale

Fonte immagini:

https://www.8108amatodifiore.it/download/edizione-aprile-2022/

Tutti i nostri articoli pubblicati in questa pagina possono essere cercati tramite la barra di ricerca qui sotto: