Bando ISI 2019

Quamsi bando isi 2019

Come ogni anno, l’INAIL indice il Bando ISI. L’obiettivo è finanziare le imprese, iscritte regolarmente alla Camera di Commercio, per incentivare progetti volti a migliorare i livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro e, per le piccole e medie imprese operanti nel settore agricolo, l’acquisto di macchinari e attrezzature di lavoro al fine di abbattere le emissioni in atmosfera, i livelli di rumorosità ed il rischio d’infortunio.

Progetti finanziabili

I progetti che sono soggetti alla possibilità di finanziamento tramite il Bando ISI sono:

  • Asse di finanziamento 1 (sub Assi 1.1 e 1.2): Progetti di investimento e progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale;
  • Asse di finanziamento 2: Progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi (MMC);
  • Asse di finanziamento 3: Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto;
  • Asse di finanziamento 4: Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività;
  • Asse di finanziamento 5 (sub Assi 5.1 e 5.2): Progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli.

Trasmissione della domanda

Tramite il sito www.inail.it, alla sezione “Accedi ai servizi online”, le imprese devono presentare la domanda di finanziamento attraverso un percorso guidato, seguendo le seguenti scadenze:

  • 16 aprile 2020: apertura della procedura informatica per la compilazione della domanda;
  • 29 maggio 2020: chiusura della procedura informatica per la compilazione della domanda;
  • 5 giugno 2020: acquisizione codice identificativo per l’inoltro online della domanda;
  • 5 giugno 2020: comunicazione relativa alle date di inoltro online.

Le domande pervenute saranno collocate in ordine cronologico di arrivo ed inserite negli elenchi provvisori, evidenziando quelle accettate e quelle non ammesse a causa di carenza di fondi.

Coloro che si saranno collocati in posizione ammissibile dovranno inviare il Modulo A e la documentazione a completamento entro 30 giorno, pena la decadenza della domanda online.

A conclusione di questa fase pre-istruttoria si procederà con la pubblicazione degli elenchi cronologici definitivi in cui saranno individuate le aziende collocate in posizione utile per il finanziamento, quelle escluse per mancato invio del modulo domanda (Modulo A), quelle subentrate in posizione utile e quelle escluse definitivamente dal finanziamento per carenza di fondi.

Fonte immagini: Burst Shopify, Canva, GettyImages, Pexels, Pixabay, PNG Tree, Unsplash

Condividi l'articolo

L'Autore

Commenti

I commenti sono chiusi

Login