Il nuovo portale di Albo Gestori Ambientali

Quamsi- Albo Gestori Ambientali nuovo portale

L’Albo Gestori Ambientali si rinnova e implementa i servizi informatici grazie alla Deliberazione n. 1  del 23 luglio 2014 che ha definito le modalità di fruizione dei contenuti informativi dell’Albo.

Oggi, una straordinaria mole di dati sono resi accessibili a tutti i soggetti coinvolti nella filiera dei rifiuti; non solo ai produttori, intermediari, trasportatori e destinatari, ma anche la Pubblica Amministrazione (P.A.) ed agli organi di Controllo (N.O.E. , forze dell’ordine, etc.).

L’odierna articolazione della pubblicazione dell’Albo modifica esclusivamente la modalità di accesso ai dati delle aziende iscritte, lasciando inalterati i contenuti informativi precedentemente disponibili.

Fruibilità dei dati Albo

Il servizio di consultazione e condivisione dei dati dell’Albo vengono strutturati in servizi di “Accesso libero” e di “Accesso autenticato – servizi di base”, come di seguito riportato:

  1. Canale per il collegamento su porta applicativa della P.A.;
  2. Servizi di consultazione web es accesso libero sito WEB ALBO:
  3. Servizi di consultazione web ad accesso autenticato:
  4. Sito WEB ALBO servizi di base e avanzati
  5. Sito BANCA DATI ALBO servizi di base e avanzati
  6. Servizi per l’accesso informatico per mezzo di interfaccia applicativa.

L’avanguardia nella digitalizzazione raggiunta oggi da Albo Gestori Ambientali è supportata dalla nuova APP “Fda-Smart”; è infatti possibile fruire in tempo reale a dati ufficiali ed aggiornati e consente di svolgere la propria attività in modo efficiente, economico e trasparente; tutto questo con lo scopo di limitare il rischio di errori  e sanzioni: es. semplicemente fotografando o digitando la targa di un veicolo è possibile verificarne l’iscrizione e capire se si tratta di un trasporto autorizzato.

I servizi di interfaccia applicativa consistono nel:

  • VCTValidazione conferimento trasporto: la banca dati dell’Albo fornisce in tempo reale la risposta marcata temporalmente che indica se il mezzo è autorizzato in quel momento o anche in che data antecedente a trasportare quel rifiuto: es. il recuperatore /smaltitore ha l’obbligo di verificare che il camion che entra in impianto sia autorizzato a quel particolare tipo di conferimento in considerazione dello stato autorizzativo.
  • MOV Monitoraggio Variazioni: il controllo continuo delle variazioni che si verificato alle autorizzazioni rilasciate dell’Albo: es.: il produttore o l’intermediario può ottenere informazioni costantemente aggiornate sui trasporti che utilizza.
  • VIS –  Visura: la consultazione immediata e puntuale dell’iscrizione all’Albo aggiornata alla data richiesta: es. la consultazione delle autorizzazioni cartacee presenti sui mezzi non sono di immediata lettura e potrebbero non essere aggiornate.

Pertanto oggi la consultazione dei dati oltre che dal sito è garantita da un collegamento diretto tra i software gestionali degli utenti e Banca Dati dell’Albo. L’adesione ad alcuni servizi avanzati, avviene in modalità telematica mediante sottoscrizione di contratto; infatti, per l’utilizzo di questi servizi, è necessaria l’accettazione delle condizioni di fornitura, sia per la connessione e l’utilizzo del sistema che per gli aspetti economici di fornitura, presentate da ECOCERVED società per l’ambiente della C.C.I.A.A. che ha sviluppato e gestisce i sistemi informativi dell’Albo.

Interoperabilità con il Ministero dei Trasporti – MIT

L’evoluzione del servizio di Albo Gestori Ambientali avvenuta in quest’anni nella semplificazione dell’istruzione di pratiche in Agest – Telematico, connessi ai dati del Registro Imprese C.C.I.A.A. (anagrafe delle imprese), dei Tribunali (casellario), Ministero degli Interni (antimafia), etc., oggi si aggiunge il controllo sulla banca dati del Ministero dei Trasporti (MIT).

Infatti, oggi in Agest – Telematico, durante la compilazione della pratica verranno già effettuati dei controlli sui veicoli inseriti o modificati, alla fine di ridurre gli errori d’inserimento dei dati e per ridurre le problematiche riscontrate con i cosiddetti “mezzi doppi” ed etc., ottenendo benefici sulla certezza dei dati inseriti (come su targa, telaio e portata) e la cancellazione dei “mezzi doppi” dall’iscrizione dell’impresa cedente. A tal proposito, la circolare n. 1140 del 15 dicembre 2014, dispone che la Sezione Regionale provveda a cancellare d’ufficio i veicoli passati in disponibilità di altra ditta iscritta all’Albo. A tal proposito si invita a consultare la pubblicazione delle notifiche di sospensione che di cancellazione.

Fonte immagini: Burst Shopify, Canva, GettyImages, Pexels, Pixabay, PNG Tree, Unsplash

Condividi l'articolo

L'Autore

Commenti

Nessun commento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login